Sette nuove meraviglie

Mondo > Strutture ed edifici



di Amy Fletcher

Link correlati

L'originale Seven Wonders of the Ancient World è un elenco che ha senza dubbio a lungo frustrato i viaggiatori intrepidi. Sei delle sette strutture della lista non esistono da secoli e devono essere immaginate per sempre, mai viste. (E uno dei sette, i giardini pensili di Babilonia, potrebbe non essere mai esistito, secondo alcuni storici).

Si ritiene che Erodoto abbia iniziato l'elenco originale, nel lontano V secolo a.C., quindi non sorprende che le meraviglie architettoniche da lui lodate non fossero in giro per l'uomo moderno da ammirare. Ma dal 7/7/07 i viaggiatori dovrebbero prendere nota: è uscito un nuovo elenco, moderno sia nell'origine che nell'ambito, e ciascuna delle strutture su di esso può essere vista di persona.

100 milioni di voti

Le nuove Sette Meraviglie del Mondo sono state compilate dal voto popolare per un periodo di sei anni da un gruppo senza scopo di lucro guidato dall'avventuriero svizzero Bernard Weber. Nel 1999 Weber ha iniziato a raccogliere suggerimenti dagli utenti di Internet di tutto il mondo. Un elenco di oltre 200 nomination è stato ridotto a 70, quindi a 21 e infine a 7. Il gruppo ha riportato più di 100 milioni di voti, ricevuti tramite Internet e messaggi di telefonia mobile, il che, se vero, rende questo sondaggio il più grande mai condotto.

Non tutti hanno accolto la lista a braccia aperte. I funzionari egiziani non erano contenti che le Piramidi di Giza, l'unica meraviglia originale ancora esistente, dovessero competere nel concorso. Alla fine gli organizzatori hanno deciso di rimuoverlo dal voto e renderlo una scelta onoraria (rendendolo un elenco di otto). E l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) non ha sostenuto il concorso, sottolineando che i risultati riflettevano solo le opinioni dei cyber elettori.

Ma per Warner e altri organizzatori, il concorso è stato un modo per celebrare la diversità culturale e la storia e per incoraggiare i viaggi e la comunicazione. La metà del denaro raccolto durante il concorso sarà utilizzato per finanziare la conservazione e il restauro di monumenti in tutto il mondo, tra cui una gigantesca statua di Buddha distrutta dai talebani nel 2000 in Afghanistan.

cognomi più comuni in noi

Il nuovo elenco:

Grande Muraglia cinese

La grande Muraglia cinese

Questo muro di 4,160 miglia fu costruito per proteggere la Cina dall'invasione di Unni, Mongoli e altre tribù e per unire le fortificazioni in un unico sistema di difesa. Iniziato nel 7nssecolo a.C., la barricata ha impiegato centinaia di anni per essere costruita e si classifica come la struttura artificiale più lunga del mondo, ed è apparentemente l'unica visibile dallo spazio.

Grande Muraglia cinese

Petra
Giordania

Questa antica capitale fu costruita intorno al 9 a.C. durante il regno di re Areta IV e continuò a prosperare durante l'Impero Romano. Ora è visibile nelle sue rovine di pietra rosa e nella facciata scolpita.

Statua del Cristo Redentore

Statua del Cristo Redentore
Brasile

Con un'altezza di 125 piedi in cima al monte Corcovado, sopra Rio, questa statua ha impiegato cinque anni per essere costruita. Costruito in Francia dallo scultore Paul Landowski, è stato spedito in Brasile a pezzi, e poi trasportato sulla montagna in treno, dove è stato rimontato.

Macchu Picchu

Macchu Picchu
Perù

Questa 'città tra le nuvole' è stata costruita a 8.000 piedi sul livello del mare nel 15nssecolo dall'imperatore Inca Pachacutec. Abbandonata dagli Incas, la città rimase sconosciuta fino a quando non fu riscoperta da un esploratore nel 1911.

Piramide di Chichen Itza

Piramide di Chichen Itza
Messico

Centro della civiltà Maya ai suoi tempi, Chichen Itza è ancora visibile in diverse strutture, tra cui la piramide di Kukulkan.

Colosseo romano

Colosseo Romano
Italia

Questo gigantesco anfiteatro da 50.000 posti nel centro di Roma è stato costruito più di 2000 anni fa e influenza ancora il design degli stadi sportivi di tutto il mondo.

Taj Mahal

Taj Mahal
India

Costruita nel 1630 da un imperatore in lutto, Shah Jahan, in onore della moglie morta, questa struttura in marmo bianco combina lo stile architettonico indiano, persiano e islamico.

quanto è grande New York?
  • Di più da Notizie dal mondo
.com/world/buildings-structures/seven-new-wonders.html